introduzione capitolo
 
Con l’iscrizione alla prima media, l’alunno si trova ad affrontare il passaggio dalla fanciullezza all’adolescenza . Nei tre anni  maturerà una completa capacità di astrazione e di problematizzazione, una più avvertita conoscenza di sé e un rapporto più consapevole con la società in cui vive. E’ dunque necessario favorire il passaggio dalla scuola primaria alla secondaria , inserendo l’alunno in una classe formata da elementi in maggioranza diversi da quelli di provenienza, consentendo nuove amicizie e la conoscenza di realtà diverse da quelle acquisite alla scuola elementare. Viene comunque  salvaguardato un gruppo di alunni provenienti dalla stessa classe, utile nella fase iniziale di adattamento alla nuova realtà  scolastica.
L’individuazione dei gruppi, nell’ambito della continuità  educativa e didattica, sarà effettuata insieme  ai docenti delle classi quinte. Le classi dovranno quindi essere formate in modo da garantire la diversità fra gli alunni in classi omogenee , costituite da:
a) alunni diversi per capacità acquisite e livello di maturazione raggiunto;
b) alunni provenienti da zone e frazioni diverse;
c) alunni provenienti da famiglie diverse per condizione sociale;
d) equilibrio numerico fra alunni  maschi e femmine.
A richiesta gli alunni potranno essere iscritti allo stesso corso del fratello o sorella maggiore, purché ancora frequentanti la scuola.
 
 
 
  pagina presentazione P.O.F.